22.6 C
Torino
lunedì, 13 Luglio 2020

Asilo, scarcerati gli arrestati per gli scontri. 300 gli identificati per il corteo non autorizzato

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Torino, scoppia la rivolta contro la polizia in corso Giulio. Quattro anarchici fermati (VIDEO)

Secondo gli anarchici si è trattato di un sopruso delle forze dell'ordine, mentre la polizia replica che il tutto sarebbe scoppiato per impedire l'arresto...
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Sono trecento le persone identificate per il corteo non autorizzato di sabato scorso, degenerato in disordini a Torino. Una manifestazione autoconvocata che ha portato in piazza più di mille persone, contro lo sgombero dell’Asilo di via Alessandria, occupato da oltre vent’anni da anarchici. Le responsabilità dei trecento, che non apparterebbero solo all’area libertaria, verranno ora valutate dalla Digos, che sta visionando il materiale fotografico e video.

Intanto sono state scarcerate le undici persone arrestate durante gli scontri. Per loro il gip ha disposto come misura cautelare l’obbligo di firma: ogni giorno dovranno presentarsi in caserma.

- Advertisement -

Escono dal carcere perché praticamente erano tutti incensurati. Agli undici vengono contestati i reati di devastazione e saccheggio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, lancio di ordigni esplosivi e blocco stradale in concorso.

- Advertisement -

Una nuova protesta è prevista per oggi. Alle 13 gli anarchici si sono dati appuntamento in via Garibaldi all’angolo con via Milano, a pochi metri da Palazzo di Città. Pentole e coperchi per un “presidio rumoroso contro la sindaca-sceriffa”, come è stata ribattezzata Chiara Appendino dopo lo sgombero dell’Asilo, uno dei tanti eseguiti sotto l’amministrazione pentastellata.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

13 luglio 1970: nasce la Regione Piemonte

Nel tardo pomeriggio di lunedì 13 luglio 1970, alle ore 17, iniziò nell’aula ottocentesca del Palazzo delle Segreterie di piazza Castello a...

Sitaf chiude caselli dell’autostrada: Torino-Bardonecchia in tilt

Difficoltà e disagi per chi torna a Torino dopo il weekend o la domenica passata in montagna. Infatti sulla A32 Torino-Bardonecchia in...

Via Mazzini, cadono calcinacci sui passanti. Intervengono Vigili del fuoco

Intervento dei Vigili del Fuoco in pieno centro a Torino. In via Mazzini, angolo via Lagrange, dove all’ora di...

Vogliono contestare le “sentinelle in piedi” di Torino, ma imbrattano le auto di piazza Paleocapa

Blitz nella notte tra giovedì e venerdì 10 luglio contro le sentinelle in piedi a Torino, che però si è trasformato in...

Thyssen, l’ex ad Espenhahn in carcere dal 16 luglio

L'ex amministratore delegato tedesco della Thyssen Harald Espenhahn condannato per il rogo nella fabbrica torinese che provocò 7 morti nel 2007, inizierà a scontare...