12 C
Torino
mercoledì, 29 Maggio 2024

Accordo tra Comune e Cassa Deposito e Prestiti per la Metro 2

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Un protocollo d’intesta tra Cassa Depositi e Prestiti e Comune di Torino per il progetto della nuova Linea 2 della metropolitana, i cui costi di realizzazione sono 4 miliardi di euro. 

Già a settembre la sindaca Chiara Appendino e l’amministratore delegato di Cdp Fabrizio Palermo avevano firmato un intesa per l’attività di consulenza tecnico-amministrativa che sarà fornita all’amministrazione comunale per favorire una rapida ed efficiente realizzazione dell’opera. 

Cassa Deposito Prestiti assisterà il Comune nell’iter procedurale amministrativo, nelle fasi di programmazione e monitoraggio delle attività di gestione, nelle modalità di appalto, nella definizione dei documenti di gara, nel processo approvativo del progetto e nella strutturazione finanziaria dello stesso. 

La sindaca Chiara Appendino commenta positivamente l’accordo raggiunto per un’opera che ha più volte ribadito essere strategica per il futuro e lo sviluppo economico della città: “La collaborazione assicurata da Cassa Depositi e Prestiti anche attraverso le attività di consulenza tecnica e amministrativa, garantirà un prezioso contributo nella gestione del progetto della metro 2, supportandoci nella costruzione di una infrastruttura di trasporto necessaria alla città e attesa da tempo”.

L’ad di Cassa Deposito Prestiti Fabrizio Palermo invece afferma: ”Con questo protocollo confermiamo gli impegni presi in occasione della firma del Piano Città lo scorso mese di settembre e sviluppiamo ulteriormente il modello di coesione con il territorio e la comunità. Cdp ha un legame forte con la città di Torino, che intendiamo consolidare ulteriormente, anche grazie alla prossima apertura della nuova sede territoriale, che diventerà un punto di riferimento per gli enti della PA, le imprese e gli altri stakeholder del territorio piemontese”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano