25.4 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

Processo ai quattro No Tav per terrorismo si procede con rito immediato. Ue tra le parti offese

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

La Procura di Torino ha deciso di procedere con rito immediato contro il quattro attivisti No Tav accusati di terrorismo. La prima udienza è fissata per il 14 maggio, a Torino. I quattro dovranno rispondere dell’assalto al cantiere di Chiomonte dove si sta scavando da tempo il tunnel geognostico per la linea ad alta velocità Torino-Lione. Ai quattro i pubblici ministeri Antonio Rinaudo e Andrea Padalino, contestano l’attentato con finalità terroristiche e resistenza a pubblico ufficiale.
Nel processo tra le parti lese si saranno anche l’Unione Europea, attraverso la commissione europea, il governo italiano, Ltf e 105 persone, tra operai, forze dell’ordine e militari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano