5.3 C
Torino
giovedì, 28 Ottobre 2021

Inchiesta “re dei concerti”, chiesti 35 rinvii a giudizio tra cui Stefano Esposito e Enzo Lavolta

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Sono 35 i rinvii a giudizio che la procura di Torino ha chiesto al termine dell’inchiesta del cosidetto “re dei concerti”. Tra i destinatari della richiesta il patron di Setup Live Giulio Muttoni, l’ex senatore Pd Stefano Esposito e il vicepresidente del consiglio comunale di Torino Enzo Lavolta

Secondo gli inquirenti Muttoni avrebbe chiesto e ottenuto l’aiuto di Esposito, che nel 2015 era senatore in carica, pere una interdittiva antimafia della prefettura di Milano. 

Il coinvolgimento di Lavolta invece riguarderebbe l’appalto per la location del Terzo Forum Mondiale dello Sviluppo Economico che si era tenuto a Torino. 

I reati contestati a vario titolo agli indagati sono corruzione, turbativa d’asta, traffico di influenze illecite e rivelazione di segreti d’ufficio. L’udienza preliminare si aprirà il 23 novembre.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano