17.5 C
Torino
sabato, 13 Agosto 2022

Coronavirus, biblioteche di Torino aperte a tutti online

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Anche chi non è registrato al prestito potrà usufruire delle biblioteche civiche di Torino, con un servizio aperto a tutti, in una città sotto emergenza Coronavirus. Chi accede alle offerte della biblioteca digitale avrà ogni mese la possibilità di scegliere fino a tre libri da leggere su computer, tablet o smartphone.

Spiega l’assessora alla Cultura Francesca Leon: «In questa situazione eccezionale le biblioteche civiche torinesi rafforzano la propria presenza online, restando in contatto con i propri lettori e aprendo i servizi a tutti i torinesi, anche a coloro che non si sono ancora iscritti ai loro servizi».

Basterà compilare un modulo disponibile all’indirizzo web https://bct.comperio.it/registrazione-online/.

I torinesi, residenti o domiciliati sotto la Mole, potranno avere accesso immediato alla biblioteca digitale per 40 giorni. Se vorranno continuare a usare il servizio, dovranno successivamente recarsi in biblioteca per rendere l’iscrizione definitiva.

A disposizione, un catalogo di oltre 18.000 libri elettronici da scaricare sul proprio e-reader (o tablet o smartphone) compatibile con il formato epub, più di 1000 audiolibri da ascoltare in streaming, circa 7000 fra giornali e riviste, italiani e stranieri (compresi i principali quotidiani nazionali) e oltre 120.000 dischi da ascoltare in streaming. Inoltre comprende quasi 1,5 milioni di risorse liberamente accessibili e gratuite, che possono essere utilizzate senza necessità di credenziali: fra queste si segnalano in particolare i materiali didattici online per la scuola primaria e per la scuola secondaria di primo grado e di e di secondo grado, oltre a ebook, video, audiolibri e archivi di immagini.

Da ricordare, tra gli altri servizi on line delle Biblioteche civiche, le  “Letture ad alta voce per i più piccoli” online sulle pagine social delle Biblioteche civiche torinesi Facebook e Instagram e le mostre virtuali, i video, le collezioni storiche e digitali che possono essere fruite visitando il sito www.comune.torino.it/cultura/biblioteche.

Inoltre, un servizio di informazioni online è a disposizione di tutti per chiedere aggiornamenti scrivendo all’indirizzo biblioteche.civiche@comune.torino.it. Si potranno richiedere informazioni bibliografiche scrivendo a: chiediallebiblioteche@comune.torino.it.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano