Fa polemica la decisione da parte dell’amministrazione comunale di Torino, targata Chiara Appendino, di appaltare ai privati la gestione della nuova ZTL fino al 2030. Il capogruppo della Lega, Fabrizio Ricca, entra ha gamba tesa: «Inaccettabile che la giunta Cinque Stelle vincoli il futuro della città, anche quando loro saranno solo un lontano e brutto ricordo, a questa misura che penalizza il commercio e i cittadini», afferma  Ricca.

«La giunta vorrebbe appaltare a un privato, tramite un progetto di parternariato pubblico/privato, la gestione della Ztl. In questo modo, però, costringerebbe la città a dover rispettare questo accordo per 10 anni. Che la Ztl sia un provvedimento dannoso per le attività dei torinesi è assodato, ma in questo modo si vuole costringere anche la prossima amministrazione a non eliminarlo, cosa che invece i cittadini chiedono. Per quanto ci riguarda la scelta dei grillini è inaccettabile scandalosa e ci opporremo in tutti i modi e in tutte le sedi opportune. Non volgiamo che i torinesi rimangano ostaggi di questa giunta per anni», conclude Ricca.