“Il fumettista Zerocalcare non viene al Salone? Peccato per lui ma ci faremo una ragione di questa defezione. La cosa importante è sottolineare che la polemica su Raimo non è nata per via della presenza di una casa editrice vicina a Casa Pound ma perché il consulente del Salone ha diffamato numerosi editori (Francesco Giubilei per citarne uno) e giornalisti – afferma il capogruppo della Lega Fabrizio Ricca -. Chi non capisce questa cosa lo fa volutamente per strumentalizzare una polemica che rischia di danneggiare il Salone stesso e la città. Trovo inaccettabili le liste di proscrizione e le esclusioni che si basano non sul diritto e sulla legge ma sull’odio politico e la feroce volontà di censura. Assurdo, poi, gli attacchi contro il Salone mossi dalla solita sparuta pattuglia di 5 Stelle in Comune che per far sapere al mondo che esiste si inventa una polemica a settimana per andare contro alla propria sindaca”.