Dopo aver abusato di loro ha cercato di fuggire verso la Francia, ma è stato arrestato prima di raggiungere il confine. Un uomo, di origine somala, 36 anni, in Italia dal 2008 grazie ad un permesso di soggiorno per motivi politici è finito in manette per avere abusato sessualmente di due giovanissime ospiti della comunità per minori in cui lavorava come operatore.

17 e 11 anni l’età delle vittime. Gli agenti della della squadra mobile di Vercelli hanno fermato l’uomo venerdì, prima che potesse salire su un bus diretto a Parigi. A far scattare l’allarme è stata la 17enne, che subito dopo aver subito la violenza ha chiamato il numero 114 dell’emergenza infanzia, raccontando quanto avvenuto.

Una telefonata che si è interrotta bruscamente, ma questo non ha impedito l’arrivo degli agenti di polizia nella struttura, i quali hanno scoperto che l’uomo aveva abusato anche della bambina di 11 anni.

L’operatore quando ha capito di essere ricercato ha acquistato un biglietto per Parigi di sola andata. Ma ormai la polizia era sulle sue tracce.