C’è solo un’offerta per l’affidamento del Servizio ferroviario metropolitano (Sfm): quella di Trenitalia. Allo scadere del termine di presentazione l’unica offerta arrivata è questa. Invece è assente quella di Rail.to, la compagine formata da Gtt e Arriva.

Quindi le due linee ferroviarie attualmente gestite da Gtt (la SfmA e la Sfm1) saranno, con la sottoscrizione del nuovo contratto, affidate direttamente a Trenitalia.

«Risulta incomprensibile la scelta di Rail.To di non presentare il proprio progetto dopo aver chiesto un ulteriore rinvio della scadenza ed aver investito tempo e significative risorse per la partecipazione al percorso di confronto competitivo» – ha spiegato l’assessore regionale ai Trasporti, Francesco Balocco.

«La Regione ha fatto tutto il possibile per garantire una reale contendibilità dell’Sfm, unico caso vero di competizione in Italia, con l’obiettivo di migliorare il servizio in termini qualitativi e quantitativi», ha concluso Balocco.