I manifesti elettorali del candidato sindaco del centrodestra, Andrea Tragaioli, che domenica se la vedrà al ballottaggio per la carica di sindaco di Rivoli, con il candidato del centrosinistra Emanuele Bugnone, sono stati coperti da scritti contenenti insulti e simboli neonazisti.

“Traga brucia i gay”, “Basta fasci” e il volto del candidato del centrodestra “trasformato” in quello di Adolf Hitler.

«Questa è la democrazia che tutti decantano? – si domandano dalla Lega – Questo è quello che intendete per “pace” quando utilizzate questa parola? Prima ciò veniva fatto sui manifesti della Lega sulla faccia del nostro segretario federale, anzi sul nostro Ministro dell’Interno , ora invece viene fatto sul nostro candidato a sindaco.Ma non l’avete ancora capito? Più fate così, più noi cresciamo. Gli unici emulatori di odio, gli unici fascisti qui, siete voi».

Al primo turno delle elezioni amministrative, che si sono tenute domenica 26 maggio 2019, Andrea Tragaioli  (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Rivoli nel cuore e Democrazia Cristiana Libertas) ha raccolto il 39,97% mentre Emanuele Bugnone (Pd, +Europa Rivoli, Bugnone per la Rivoli del Sì e Moderati con Bugnone) al 35,11%.