Il Comune di Torino e la maggioranza grillina rispediscono al mittente l’invito a partecipare alla manifestazione di oggi pomeriggio alle 18 in piazza Castello, davanti alla prefettura, “Aprite i porti”.

Nessuna adesione all’iniziativa del coordinamento “Mai più fascismi” come invece era stato chiesto oggi in capigruppo dal Partito Democratico. Infatti il Pd ha chiesto all’amministrazione di scendere in piazza dopo le parole dell’assessore alle Famiglie Marco Giusta che in risposta alla decisione del ministro dell’Interno Matteo Salvini e al governo M5s-Lega di chiudere i porti ai migranti, aveva affermato che se ci fosse stato il mare a Torino, e vista l’adesione alla Carta di Palermo, Aquarius e gli altri battelli di migranti avrebbero potuto attraccare.

In sostanza si chiedeva a Comune e maggioranza un’azione unitaria anche perchè molti consiglieri pentastellati non hanno visto di buon occhio la decisione del governo italiano. Invece, come detto, la capogruppo in Sala Rossa dei 5 Stelle Valentina Sganga ha risposto all’invito evidenziando che l’assessore Giusta parlava a titolo personale e che non veniva ritenuta opportuna la partecipazione ad “Aprite i porti”, e quindi la Città (e la maggioranza) non avrebbe aderito.