Il ministro dello sviluppo economico e vicepremier Luigi Di Maio ha firmato il decreto che fa di Torino un’area di crisi complessa.
Lo ha annunciato lui stesso durante la visita nel capoluogo piemontese in cui ha presentato il progetto “Casa delle tecnologie emergenti”, un incubatore di start up e imprese innovative.
Soddisfazione da parte della sindaca Chiara Appendino che aveva sollecitato il governo in questa direzione. L’area di crisi complessa ha detto la prima cittadina è «uno strumento fondamentale: certifica il fatto che la città ha vissuto anni di crisi, in particolare per le aziende di alcuni settori, accompagnando queste imprese per aiutarle a compiere quella rivoluzione tecnologica che permetterà loro di tornare competitive».

foto di Chris Koos