Si guarda al domani, costruendo oggi le basi di quello che accadrà sotto la Mole. O meglio, provare a ridisegnare la città dopo anni di amministrazione Cinque Stelle, e magari, anche remori delgi errori del passato. Ecco che nasce “Torino al futuro. Dall’ascolto al progetto” un ciclo di incontri organizzato dal gruppo consigliare del PD in Sala Rossa.

«Un percorso di approfondimento e studio aperto ai cittadini che si articolerà in quattro appuntamenti. Si toccheranno quattro pilastri importanti per la vita dei torinesi: la sanità, il lavoro, la lotta alle disuguaglianze e la sicurezza» spiegano dal gruppo consigliare PD «Per arrivare a definire un nuovo progetto per la Città abbiamo bisogno, innanzitutto, di conoscere in profondità i cambiamenti che Torino sta vivendo, comprendere le potenzialità e i bisogni del territorio e dei cittadini, fare rete. Per questo abbiamo pensato di dare il via ad una serie di incontri-studio di approfondimento che ci permetteranno di definire meglio cosa è necessario per il rilancio e il futuro di Torino e della sua area metropolitana e dare un contributo al lavoro di elaborazione di contenuti che hanno avviato il PD torinese e il centrosinistra in questi mesi. Vogliamo una Città e un’area metropolitana che si rialzi e che torni a correre dopo questi anni di amministrazione che l’hanno spenta».

Il primo incontro, dal titolo “Una città in salute: trasformazioni possibili”, avrà luogo nella mattinata di sabato 30 novembre, a partire dalle ore 9.30, presso Copernico, in corso Valdocco 2 a Torino, e affronterà il tema della sanità con una particolare attenzione a quanto sta accadendo sul Parco della Salute. Interverranno Antonio Scarmozzino, Direttore di Presidio Molinette, con la relazione “Obiettivo sanità: come stanno i torinesi?” e Carlo Alberto Barbieri, presidente INU Piemonte e Valle D’Aosta, Professore Ordinario di Urbanistica al Politecnico, con la relazione “Parco della salute: come si cambia?” al quale seguirà una tavola rotonda, moderata dalla giornalista Sara Strippoli, con ospiti che stanno vivendo da protagonisti questo importante progetto: Stefano Geuna, Rettore dell’Università di Torino, Guido Saracco, Rettore Politecnico di Torino, Ezio Ghigo, Direttore Endrocrinologia, Diabetologia e Metabolismo AOU Città della Salute, Maurizio Dall’Acqua, Direttore generale AO Mauriziano, e Mauro Salizzoni, Vice Presidente del Consiglio regionale del Piemonte.

Il secondo appuntamento è fissato per il 25 gennaio 2020. Sarà l’occasione per discutere di “Una città che riduce le disuguaglianze”.