«La scorsa primavera la mia vita è cambiata moltissimo nel momento in cui ho incontrato una persona che mi fa sentire felice, sicuro, che mi fa apparire tutto grandioso. E questa persona è un ragazzo». E così Tom Daley, il grande campione di tuffi, oro ai Mondiali di Roma nel 2009 e bronzo alle Olimpiadi Londra nel 2012 nella piattaforma da 10 metri, ha fatto outing.
Segue così le orme di Matthew Mitcham, il primo tuffatore australiano a dichiarare la propria omosessualità.

La notizia al mondo la dà in un video pubblicato su Youtube: «La cosa ha sorpreso anche me anche se era sempre nella mia testa l’idea che potesse succedere e tutto il mio mondo è cambiato. Esco con un ragazzo e non potrei essere più felice».

Daley ha poi citato le parole di suo padre, Rob, morto di tumore nel 2011: «Mi ha sempre detto: “Finché sei felice tu, sono felice anch’io”. Anche mia mamma mi è stata vicina, e così anche la mia famiglia e gli amici. Voglio ancora vincere una medaglia d’oro a Rio 2016 per la Gran Bretagna e sono ancora più motivato che mai a farlo».

L’obiettivo, però, rimane sempre lo sport, e più in particolare le Olimpiadi di Rio. Vuole salirci su quel podio ed è convinto che la serenità che ha trovato nella sfera sentimentale non possa che essere una spinta ulteriore per vincere e per raggiungere i suoi obiettivi.
Intanto Edward Lord, presidente della Federnuoto britannica, non appena appresa la notizia ha subito twittato: «Dobbiamo appoggiare la decisione di Tom Daley di uscire allo scoperto. È molto coraggioso e sono fiero di lui».

© RIPRODUZIONE RISERVATA