Si saprà entro l’autunno il destino della linea ferroviaria ad alta velocità Torino-Lione. Ad annunciarlo il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli oggi in visita a Torino che annuncia come «è in corso un’analisi costi-benefici ben fatta, terza e indipendente, che terminerà, mi spingo a dire, a novembre. I dati dovranno essere analizzati per trovare la soluzione migliore, che può essere di tutti i tipi, ma dalla parte degli interessi dei cittadini».

Duqnue, nessuna presa di posizione definitiva per il momento in attesa di dati che verranno poi discussi con il governo francese e con l’Unione europea in un tavolo internazionale. «Quello che mancava era una valutazione completamente terza dell’opera allo stato attuale, perché l’ultima fatta dal mio ministero risale al 2011 e in questo anni è cambiato il mondo, sono cambiati i flussi. I dati – prosegue – dovranno essere analizzati per capire se andare avanti così, se cambiare qualcosa o cambiare tutto o, se sarà necessario e possibile farlo, fermare l’opera perché più conveniente impiegare i soldi in altre cose come la messa in sicurezza delle nostre infrastrutture».

Di sicuro però Toninelli non aspetterà che passino le prossime elezioni regionali, che vedranno al voto anche il Piemonte, per comunicare la decisione del governo sulla Tav, ma nella scelta afferma verranno coinvolti tutti i diretti interessati:«politicamente la scelta verrà presa prima e, comunque, dopo un confronto con i soggetti interessati, come Chiamparino e la comunità locale».

Addirittura il ministro si è detto disponibile ad incontrare oggi stesso il governatore del Piemonte Sergio Chiamparino: «Avrei voluto incontrarlo oggi, ma ha detto che era impegnato, ci mancherebbe altro ci saranno tante altre occasioni per vederci. In ogni caso si sarebbe trattato solo di un caffè e una chiacchierata, per il resto bisogna aspettare di avere in mano i dati numerici dell’analisi costi-benefici e della parte legale e giuridica degli impegni presi con i contratti dei precedenti governi. Quando li avremo, ci incontreremo».