Personalità del mondo politico, intellettuale e del giornalismo francese in sostegno di Erri De Luca. Sono infatti tra i firmatari della petizione “Libertà per Erri De Luca” lanciata oggi dal quotidiano francese “Liberation”.
La petizione si muove a sostegno dello scrittore sotto processo per aver rilasciato alcune interviste in cui si schierava apertamente contro la Tav invitando anche al sabotaggio dell’opera. «Mentre la Francia si è appena mobilitata per difendere la libertà d’espressione, come potrebbe lasciare uno scrittore rischiare la prigione per le sue dichiarazioni pubbliche?» così recita il testo della petizione.
«In quanto lettori esprimiamo la nostra solidarietà a Erri De Luca. In quanto cittadini, chiediamo allo Stato francese di ordinare alla Sncf-Réseau (la compagnia ferroviaria francese che partecipa al progetto Torino-Lione,ndr) di ritirare la querela. In quanto europei, chiediamo al Parlamento europeo di pronunciarsi sulla libertà di critica di un progetto finanziato dalla Commissione europea con i nostri soldi. In quanto difensori della libertà d’espressione, non accettiamo che uno scrittore possa essere perseguito per le sue parole» prosegue la petizione firmata anche da Cecile Duflot e Aurelie Filippetti, ex ministre del governo Hollande.

liberationdeluca delucaliberation notavliberation