L’idea di un referendum sulla Tav proposta dal presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino non dispiace al vicepremier Luigi Di Maio che intervistato a Omnibus su La7 apre alla possibilità: «Sergio Chiamparino vuole fare un referendum,noi non ci sottrarremo» precisando poi il punto di vista del Movimento 5 stelle sulla Torino-Lione: «Non siamo contro la Tav in generale. Ma il punto è la Torino-Lione che dovrebbe portare le merci da Torino a Lione. Questo tunnel è stato progettato 30 anni fa, oggi ci sono nuove tecnologie, c’è la stampa in 3D».

E sul dibattito sulla Tav che sta infiammando la politica nazionale e torinese è intervenuto anche il presidente del consiglio comunale Fabio Versaci che fa riferimento alle parole del leader No Tav Alberto Perino, da sempre vicino ai Cinque Stelle, che in un’intervista al Fatto Quotidiano ha affermato: «I governi fanno i governi, il movimento No Tav fa il movimento No Tav». Un’opinione che Versaci definisce «sacrosanta e lo condivido totalmente perché in politica si fanno scelte, chi decide di governare sa che ha oneri e onori con tutte le difficoltà del caso e purtroppo non sempre tutto è semplice da realizzare, chi invece sceglie di portare avanti le sue battaglie al di fuori delle istituzioni deve comprendere che chi governa ha delle responsabilità e non tutto si può ottenere subito».
«Perino è una persona che stimo per la sua intelligenza e per tutto quello che ha fatto in valle contro questa inutile opera, ha ribadito che il movimento NO TAV rimarrà vigile sull’operato del governo, come giusto che sia» ha proseguito Versaci concludendo il suo post con una presa di posizione chiara: «Io sono convinto che questa opera sia inutile e costosa, sono anche convinto che Toninelli la fermerà».