Torna a parlare di Tav il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino che dal palco del convegno Spi-Cgil chiede chiarezza e trasparenza al governo. «Il governo ha il dovere di dire quali sono le scelte che fa, non può permettersi di continuare a prendere in giro un’intera comunità».

«Un governo non può decidere ogni giorno cose diverse, se ritiene che la Torino-Lione non si debba fare lo dica» prosegue Chiamparino per il quale «Governare non è proseguire la campagna elettorale con altri mezzi. Noi siamo passati dalla giusta esigenza di decisione al decisionisti e ora stiamo piombando nella comunicazione unidirezionale».

Il presidente della Regione Piemonte ha anche annunciato che sa da Roma arriverà il no alla Tav «io chiederò al Consiglio regionale di indire un referendum per conoscere la volontà dei torinesi e dei piemontesi e se vorranno potranno unirsi altre Regioni».