di Giulia Zanotti

Lo scrittore Erri De Luca è stato assolto dall’accusa di istigazione a delinquere per l’invito al sabotaggio dela Linea ad Alta Velocità Torino-Lione.
La sentenza, pronunciata dal giudice Immacolata Iadeluca, perchè il fatto non sussiste, è stata accolta da applausi in un aula gremtia da No Tav.
Per lui il pubblico ministero Antonio Rinaudo aveva chiesto una condanna a 8 mesi.
«E’ stata impedita una ingiustizia, quest’aula è un avamposto sul presente prossimo» è stato il primo commento dello scrittore che questa mattina in aula nel corso di alcune dichiarazioni spontanee aveva ribadito la sua opposizione alla Tav definendo “legittima difesa” il suo sabotaggio.
Per lui anche un messaggio di solidarità dal ministro francesce della Giustizia, Christiane Taubira, che ha twittato: “Erri De Luca, quando tutto sarà scomparso dietro all’ultimo solo, resterà la piccola voce dell’uomo, parlando ancora Tennessee Williams”.