Basta soffermarsi davanti alle vetrine di St. Andrew’s – Torino Gentleman store, in via San Francesco d’Assisi 27, per accorgersi di come questo negozio di moda uomo unisca perfettamente il British Style al “Made in Italy“.

Negli stand si alternano camiceria italiana e pantaloni sartoriali a giubbotti tecnici e polo e felpe di stampo brit. «Il nostro obiettivo è realizzare la perfetta alchimia di classico e sportivo, una via di mezzo tra i due stili che piace ai nostri clienti e che soddisfa tutti, dal ragazzino adolescente fino all’uomo più maturo», spiegano i ragazzi del St. Andrew’s, giovane negozio nel cuore antico di Torino. «Abbiamo aperto nel 2017  – spiegano – anche se in realtà tra di noi c’è chi la moda ce l’ha nel sangue avendo genitori che da sempre hanno lavorato nel settore dell’abbigliamento».

Un’eredità importante che però non ha impedito al St. Andrew’s di camminare su un percorso tutto suo e di riportare sotto la Mole marchi dello stile casual inglese, quel vestire sportivo ma nel contempo curato che ha iniziato a diffondersi negli anni Ottanta e che è diventato una vera e propria sottocultura travalicando i confini dell’Inghilterra per arrivare fino da noi. «Uno stile che sa mettere d’accordo i ragazzini attenti alla moda con chi ama il Brit Pop e chi segue eventi sportivi, ma che negli ultimi anni a Torino è stato trascurato tanto che da tempo mancavano negozi con i brand casual: noi abbiamo voluto creare un punto di riferimento per gli appassionati di questo genere di abbigliamento».

E per fare tutto ciò non è mancato un attento lavoro di ricerca: «Una scommessa vinta è stata quella di Lyle&Scott che quando abbiamo iniziata a venderla in Italia era sconosciuta e invece alla nostra clientela è piaciuta molto. E così intendiamo fare per altri marchi: cerchiamo cosa manca in Italia e soprattutto a Torino e lo portiamo qui».

Inghilterra, Made in Italy, dicevamo, ma anche qualche tocco orientale: «Abbiamo deciso di proporre anche un brand giapponese come People of Shibuya, che questo inverno abbiamo venduto molto bene perché ha uno stile minimale e materiali tecnici che rendono i giubbotti molto funzionali».

Stile ricercato e capi di qualità dunque si uniscono all’attenzione per i clienti: «St. Andrew’s vuole mettere il cliente al centro e offrirgli un servizio a 360 gradi», spiegano dallo staff consapevoli che nell’epoca delle grandi catene della fast fashion e degli acquisti via internet il rapporto diretto con il venditore spesso si perde: «Ormai piccoli negozi multibrand come il nostro sono delle cicche in città dove tra crisi e concorrenza del web in molti hanno chiuso. Il nostro punto di forza è che offriamo al nostro cliente il miglior prezzo possibile, se confrontato anche con quello che si trova online, ma in più lo seguiamo nella scelta dei capi e lo consigliamo e cerchiamo sempre di offrire novità che possano piacere».

Come detto St.Andrew’s si trova in via San Francesco d’Assisi 27 (aperto dal martedì al sabato, 11-19). Ma non solo. Infatti intorno al negozio si è creata una vera e propria community che si da appuntamento anche sui social, in particolare Instagram e Facebook.

foto di ©Rawsht Twana