Il senatore del Partito Democratico Mauro Laus ha proposto un emendamento per sostenere le spese viaggio degli studenti fuori sede. Laus che la sua proposta venga assunta e presentata direttamente al governo.

Spiega l’esponente dei Dem: Le spese sostenute dagli studenti fuori sede non sono di certo esigue e, negli ultimi anni, quella che permette loro di rientrare a casa o di rientrare all’università sta raggiungendo cifre spropositate, basti pensare al costo dei biglietti aerei e dei treni, nei periodi legati alle festività, anche quattro volte più cari rispetto ai rientri di routine».

Continua Laus: «Quella di andare a studiare in un’università lontana rispetto a dove si vive non è mai solo una scelta di vita, ma un vero e proprio investimento che richiede un impegno economico non indifferente: pensiamo alle spese di affitto e al costo della vita».

«Per questo mi è sembrato doveroso proporre di inserire, nell’ambito degli emendamenti alla manovra finanziaria, un fondo a sostegno della mobilità nazionale di tutti i ragazzi residenti in un comune diverso da quello in cui ha sede l’università a cui si è iscritti. Le Regioni avranno a disposizione circa 3 milioni di euro su ogni annualità (2020, 2021 e 2022) da destinare ad agevolazioni per l’utilizzo di mezzi di trasporto finalizzati al rientro nel Comune di residenza», conclude Laus.