Si è chiuso con utile di 60,4 milioni di euro il Bilancio di esercizio Smat 2017 votato dall’Assemblea dei Comuni Soci riuniti presso il Centro di Risanamento Acque di Castiglione torinese. Per l’anno trascorso la società ha riportato ottimi risultati per gli indici operativi, economici e finanziari. Il valore della produzione di Smat ammonta a 406,3 milioni di euro e la posizione finanziaria netta si attesta a 250,9 milioni di euro.

La distribuzione dell’utile, approvata a maggioranza, è stato così ripartita: 49 milioni di euro a riserva Smat vincolata per l’attuazione del Piano economico finanziario per gli investimenti e 11,4 milioni di euro quale dividendo ai Comuni Soci per servizi finalizzate alla tutela dell’ambiente.

Infatti gli obbiettivi principali che Smat si è data per i prossimi dieci anni riguardano la qualità del servizio, la realizzazione di importanti opere idriche e l’ampliamento delle reti e ammodernamento degli impianti esistenti.

«I risultati di bilancio e in particolare gli investimenti effettuati, evidenziano l’impegno dell’azienda ad una gestione del Servizio attenta ai livelli di qualità garantiti all’utente con una economia di gestione efficiente e sostenibile per l’intera collettività», ha commentato il presidente di Smat Paolo Romano che prosegue: «Lo sviluppo delle attività di ricerca applicata e dell’innovazione tecnologica e le risorse economiche dedicate a queste attività testimonia come un’azienda interamente pubblica possa sviluppare efficienza e qualità elevata dei servizi».