Non ci sarà nessun rinvio: lunedì in Consiglio comunale di Torino, anche senza sindaca, verrà votato l’ordine del giorno No Tav.

Valentina Sganga respinge con forza la richiesta del Partito Democratico di spostare ad un altro giorno visto che Chiara Appendino sarà assente per impegni istituzionali all’estero.

Per la capogruppo del Movimento Cinque Stelle quelle dell’opposizione sono solo scuse: «Sappiamo che per molti, da quasi vent’anni a questa parte, sia tremendamente difficile trovare delle argomentazioni basate su evidenze scientifiche per giustificare la necessità della linea ad alta velocità Torino-Lione, ed è probabilmente questa la ragione che spinge il Partito Democratico a chiedere un rinvio della votazione sfruttando la scusa dell’assenza della Sindaca», afferma Sganga.

«La sindaca – aggiunge l’esponente pentastellata – è sempre stata No Tav e non ha mai messo in discussione questa posizione. L’atto che abbiamo presentato è frutto di un percorso di condivisione con lei, che ha visto il Comune di Torino uscire dall’Osservatorio nel dicembre del 2016».

«Il suo impegno per questa battaglia non è mai stato in dubbio, così come il percorso del Movimento Cinque Stelle di Torino, tanto che, proprio per mano di Appendino, nel luglio di quest’anno è stato consegnato al ministro Toninelli il dossier degli esperti della commissione tecnica No Tav».

«Non vediamo pertanto ragioni per rinviare la discussione e la votazione del nostro Ordine del Giorno che si terrà, come già previsto, lunedì», conclude Valentina Sganga.