Blitz di CasaPound nella notte a Settimo Torinese, nella cintura Nord di Torino. I militanti della tartaruga frecciata hanno affisso un striscione in corso Piemonte: “No al nuovo centro commerciale”.

Una protesta che nasce contro la decisione dell’amministrazione comunale di aprire l’ennesimo mega store a Settimo, a discapito di un’area verde, come spiega Domenico Giraulo di CPI: «È incredibile, una situazione assurda. A Settimo ci sono circa nove centri commerciali. Vogliamo risposte dall’amministrazione comunale. Perché radere al suolo una delle poche aree verdi della città per edificare qualcosa che non serve togliendo spazi ai cittadini?».

Aggiunge Matteo Rossino, responsabile provinciale di CasaPound Italia Torino:«Il benessere degli abitanti di una città dovrebbe essere al primo posto. Privarli di una delle poche aree verdi rimaste nella zona per creare un centro commerciale è una follia. Senza contare che quest’area è spesso ostaggio di immigrati che non permettono ai residenti di utilizzarla».

«Il centro commerciale non deve essere fatto, e l’area verde va riqualificata immediatamente», conclude Rossino.