Sulla sua ricandidatura alla guida della Regione Sergio Chiamparino ci scherza su con i cronisti, a margine dei lavori del Consiglio Regionale.

Il Presidente della Regione Piemonte si lascia andare ad alcune battute in merito alla sua annunciata intenzione di non ricandidarsi alle elezioni regionali dell’anno prossimo. A chi gli ha chiesto se per caso ci avesse ripensato risponde con un sorriso «io penso sempre molto».

Ea quanti hanno insistito chiedendo «ma allora è in campo?» allargando le braccia, dice: «mi vedete? Io sono qui, questo è il mio campo, sono sempre in campo».

Rimane quindi sempre aperta la questione del candidato del centrosinistra per la competizione regionale del 2019. Però c’è da immaginabile non un ripensamento, ma piuttosto che l’attuale inquilino di piazza Castello rimanga alla finestra in attesa di una candidatura alternativa forte e condivisa, in grado di soddisfare quel ricambio generazionale anche da lui auspicato.

Insomma una grande occasione offerta dal Pd. Prima di rientrare in aula il Presidente della Regione Chiamparino ha attaccato sul bavero l’adesivo, distribuito fuori da Palazzo Lascaris da alcune manifestanti, che invita ad introdurre la doppia preferenza di genere nella legge elettorale regionale.