Nello scontro in atto tra il ministro dell’Interno Matteo Salvini e i magistrati di Agrigento, che ieri hanno firmato il decreto di sequestro della Sea Watch e consentito lo sbarco a Lampedusa di 47 migranti, interviene l’ex procuratore di Torino e Milano Armando Spataro.

Il magistrato infatti ha scritto ai colleghi. Non solo. Da lui parte l’invito a scendere in piazza per sostenerli.

«Sento il dovere di dirvi che leggendo la decisione della Procura di Agrigento mi sono emozionato in maniera forte: il procuratore ed i suoi magistrati fedeli alla legge, indagano ma tutelano le persone. Dovrebbe essere la normalità ma non sempre è così, indipendentemente dai deliri che ci circondano, ignorando le disposizione di legge e la dovuta tutela dei diritti umani».

«Senza retorica, mi inchino di fronte ai colleghi di Agrigento – ha aggiunto Spataro – stringiamoci attorno a loro, se necessario scendiamo in piazza in loro onore, parliamo e informiamo».