Continua il pugno di ferro tra la Circoscrizione 4 e l’amministrazione comunale dopo l’incontro avvenuto il 15 ottobre scorso tra la sindaca Chiara Appendino, insieme alla consigliera comunale e della Città Metropolitana Barbara Azzarà (Movimento 5 Stelle), e la scuola elementare Boncompagni.

Un’interpellanza alla Sindaca da parte del capogruppo PD in circoscrizione Stefano Dominese richiede i i motivi della mancata presenza della Circoscrizione stessa a questa visita.

«Se è consapevole che quando è stata eletta sindaca – così recita uno dei punti dell’interpellanza – non è solo la rappresentante di una parte politica ma la rappresentante di tutti i cittadini torinesi e in quanto tale ha il dovere di confrontarsi con tutti i rappresentanti delle altre Istituzioni anche quando non sono del suo stesso Partito Politico».

A questa interpellanza, passata con la totalità dei voti favorevoli, si associa anche il capogruppo della Lega Nord Carlo Emanuele Morando, il quale afferma che a sua volta presenterà un’ulteriore interpellanza sulla stessa questione.

Il dialogo con le scuole del territorio è un punto fondamentale per la Circoscrizione 4 che, nelle prossime settimane, inizierà i sopralluoghi delle 16 strutture scolastiche presenti nel territorio.

Durante questi incontri verranno stilati dei documenti che racconteranno la situazione strutturale degli edifici scolastici e i progetti che le stesse scuole stanno portando avanti al fine di favorire l’integrazione tra gli studenti.

Negli ultimi anni infatti, questo territorio ha visto crescere il numero di immigrati e «sembra che, con l’autonomia territoriale scolastica – afferma il presidente della 4 Claudio Cerratoin questo modo si stiano creando dei “ghetti scolastici”».

Con questo progetto, partito dall’associazione delle mamme della Boncompagni, la Circoscrizione vuole provare a ridurre questo fenomeno di “ghettizzazione scolastica”, cercando di promuovere l’integrazione territoriale attraverso l’integrazione tra gli studenti che vivono nel territorio stesso.