È Sonia Schellino il nuovo vice sindaco di Torino. L’assessora alle politiche sociali e al welfare è stata scelta dalla sindaca Chiara Appendino, dopo averne discusso con i consiglieri M5s. Sarà lei a prendere il posto di Guido Montanari.

«Stato un confronto sereno, si è ricostituito un clima di dialogo – ha spiegato la sindaca a fine riunione -Ci lasciamo alle spalle quello che è accaduto, abbiamo fatto passi avanti importanti. Lunedì riprendiamo»
«Abbiamo condiviso il nome del nuovo vicesindaco, Sonia Schellino, la ringrazio per avere accettato e per quello che farà».

«Abbiamo anche condiviso – aggiunge la prima cittadina – che sceglieremo insieme il nuovo assessore all’Urbanistica, ma per questo ci prenderemo qualche giorno in più, rimandando a lunedì il dialogo sugli aspetti politici sui temi che risultano essere ancora oggi divisivi».

«Una gran bella riunione»: così ha commentato più di un consigliere M5s alla fine del faccia a faccia.

Per il momento, come era nell’aria da alcuni giorni, la crisi a Palazzo Civico sembrerebbe rientrata. Dalla riunione di maggioranza i protagonisti sono usciti tutti soddisfatti dopo un confronto civile tra chi lunedì non si era lasciato certamente nel migliore dei modi.

Sarebbe comunque azzardato dire che sono tutti amici come un tempo e comunque i temi politici, legati al Movimento Cinque Stelle, verranno trattati nelle prossime settimane.

Ma nessuno lascerà il gruppo, come invece ha fatto Marina Pollicino.

Commenta così la capogruppo dei Movimento Cinque Stelle, Valentina Sganga a nome dei consiglieri: «Come gruppo del Movimento 5 Stelle abbiamo iniziato il confronto con la sindaca Chiara Appendino, che avevamo chiesto sin da prima del consiglio comunale di lunedì scorso.
Pensiamo che la sindaca abbia capito che non si può scaricare solo su di noi la responsabilità delle difficoltà di questi anni e pensiamo che questo sia un buon inizio. Crediamo che negli incontri che seguiranno vadano individuati i temi più critici e capire con quale metodo affrontarli. Riteniamo, e abbiamo avuto modo di chiarirlo, che non fosse necessaria nessuna questione di fiducia e continuiamo a pensare che la discussione sia una ricchezza e non un “freno” per la città.
Nel corso della riunione è stato proposto il nome della nuova vicesindaca, Sonia Schellino, un assessore tecnico che però ci siamo sentiti di condividere per l’impronta sociale che darà alla sua azione».