E’ stata depositata questa mattina all’ufficio del Gip la richiesta di rinvio a giudizio per 26 dei 29 indagati dell’inchiesta sulle scorse edizioni del Salone del Libro. A rischiare ora il processo sono l’ex sindaco di Torino Piero Fassino, l’ex assessora alla Cultura della Regione Piemonte Antonella Parigi, Rolando Picchioni e Giovanna Milella, che si sono succeduti alla direzione della kermesse, e i revisori dei conti e i vertici di GL Events.

Verso l’archiviazione invece la posizione dell’ex assessore alla cultura della Regione Piemonte Michele Coppola e per altri due indagati, Claudio Piacentini e Alberto Ansaldi.

L’inchiesta, coordinata dai pm Gianfranco Colace ed Enrica Gabetta, ipotizzava i reati di peculato e turbativa d’asta per l’affidamento senza gara in un caso e con bando ad hoc nell’altro a GL Events dell’organizzazione dell’edizione 2017 del Salone del Libro.