Abiti di ottima fattura, volto affilato, capelli brizzolati, pizzo da moschettiere, Ruben Abbattista, 54 anni , è il nuovo responsabile per la comunicazione istituzionale della sindaca Appendino.

La delibera per il suo incarico è ormai definita e prevede uno stipendio di 45mila euro lordi annui. Imprenditore nell’ambito della comunicazione d’impresa, è attualmente Presidente di Spin-To, agenzia di comunicazione orientata al mondo della creatività, dell’innovazione e del design.

Nel suo curriculum si sottolinea che è stato presidente della Delegazione Occidentale dell’ADI (Associazione per il Disegno Industriale) ed è stato Responsabile delle Relazioni Esterne del Comitato Organizzatore di Torino 2008 World Design Capital.

Da oltre vent’anni si occupa di strategie di comunicazione in ambito sociale e culturale, nonché di comunicazione istituzionale per aziende ed enti pubblici. Da circa quindici anni svolge attività editoriale e di formazione; già docente presso il Centro di Formazione de Il Sole 24 Ore (Management delle attività museali), presso l’Istituto Studi Direzionali (Management delle organizzazioni non profit), presso la Women’s World Banking (Corso FSE Imprenditoria Femminile) e presso l’Istituto Superiore di Comunicazione (Comunicazione e Marketing Sociale), è oggi Direttore della Scuola di Management Lab dell’Istituto Europeo di Design di Torino, dove coordina il Master in Marketing e Comunicazione d’Impresa.

Dal 1993 è socio Ferpi (Federazione Relazioni Pubbliche Italiana), dove ricopre il ruolo di consigliere nazionale con delega ai giovani e alle industrie creative.

Abbattista, che dovrà occuparsi della promozione della città (con delle campagne mirate) e avrà anche il compito di dialogare con il territorio – a cominciare dalle  associazioni di categoria – non andrà a interferire con il ruolo di Mauro Gentile, preso dall’ufficio stampa del Comune, dopo l’addio di Pasquaretta, che cura in modo finalmente sobrio e istituzionale i rapporti con i giornalisti senza far rimpiangere l’ex portavoce della sindaca.