Dopo la sua archiviazione nell’inchiesta Rimborsopoli 2, l’eurodeputato di Forza Italia Alberto Cirio scioglie tutte le riserve e si dice disponibile a correre per il centrodestra alle prossime elezioni regionali in Piemonte.

In un’intervista rilasciata all’agenzia stampa Ansa Cirio spiega di avere comunicato le sue intenzioni a Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia.

«Ho atteso per una questione di serietà perché per me era fondamentale riuscire a dimostrare la correttezza del mio operato. Oggi sono nelle condizioni di sciogliere la mia riserva sulla candidatura per la presidenza della Regione Piemonte. Ora – aggiunge – spetta ai leader nazionali la decisione».

«Voglio però ringraziarli fin d’ora per la fiducia e anche la pazienza avuta in queste settimane – aggiunge Cirio – In particolare ho molto apprezzato le attestazioni di stima del segretario piemontese della Lega e capogruppo alla Camera Riccardo Molinari e dell’onorevole Guido Crosetto. Se lo riterranno, sono pronto a partire, consapevole che sarà una sfida difficile, perché gli avversari sul campo sono persone perbene e di tutto rispetto. Credo, però, che il Piemonte abbia bisogno di un profondo cambio di marcia. Ha bisogno di velocità. E io le scarpe da corsa le ho già ai piedi, perché per la mia terra non ho mai smesso di correre».