Due delle 26 persone imputate nell’inchiesta sulla vecchia gestione del Salone del Libro di Torino che, alla ripresa dell’udienza preliminare, hanno chiesto di patteggiare “in continuazione” con una sentenza precedente

Si tratta di Regis Faure e Roberto Fantino, direttore generale e direttore commerciale della società Gl Events, assistiti dagli avvocati Mauro e Guido Anetrini

Nel 2017, Faure e Fabtino, erano usciti da un precedente filone d’inchiesta concordando una pena per turbativa d’asta. .

Tra le persone per le quali la Procura ha chiesto il rinvio a giudizio ci sono l’ex sindaco del capoluogo piemontese Piero Fassino e l’ex presidente della kermesse culturale Piero Picchioni e il suo successore, Giovanna Milella.

Le difese degli imputati avevano sollevato una questione relativa all’utilizzabilità delle intercettazioni telefoniche. A questo proposito il gup non si è pronunciato, spiegando che in base alla procedura non gli è possibile intervenire nel merito.

L’udienza è stata rinviata al prossimo 19 dicembre.