È stato denunciato il piromane seriale che terrorizzava Strambino, nel Canavese. Un operaio di 43 anni, abitante del paese, che è stato identificato grazie alle telecamere di sicurezza. Per i carabinieri è lui che ha appiccato dei roghi nei cassonetti dei rifiuti vicino a banche, studi medici e scuole, da marzo all’ultimo incendio di una settimana fa.
L’operaio avrebbe già confessato: «Lo facevo perché ero spinto da un impulso irrefrenabile».