Sono uno degli argomenti più chiacchierati degli ultimi anni: le criptovalute o monete digitali sono certamente entrate nella nostra economia e vita portando un po’ di scompiglio e tanta curiosità. Molte persone interessate nell’investimento in criptovalute si chiedono ad ogni modo perché i loro prezzi subiscano delle oscillazioni così nette e spinte. Per quale motivo i prezzi delle criptovalute oscillano così tanto e quali sono le ragioni di questi movimenti, che spesso preoccupano gli investitori?

Possiamo identificare diverse ragioni per cui i prezzi delle criptovalute vanno incontro a delle oscillazioni così nette. Innanzitutto, ciò dipende dalla novità di questo mercato. Rispetto al mercato ‘tradizionale’ degli investimenti in valuta, quello delle criptovalute non offre certamente lo stesso grado di liquidità. I volumi del trading quotidiano delle criptovalute sono di 14 miliardi di dollari mentre quello delle valute ne muove circa 5 trilioni ogni giorno.

Questo non cambia il fatto che le oscillazioni delle criptovalute siano anche uno dei motivi che richiama chi vuole investire ed ha un’alta propensione al rischio. Molti utenti infatti guardano con interesse ai movimenti estremamente accentuati delle criptovalute per poter speculare e investire nel breve periodo.

Bisogna anche specificare che il valore delle criptovalute – bitcoin in primis – è molto volatile perché generato solo dai flussi della domanda e dell’offerta, che sono spesso influenzati da motivazioni non razionali (notizie di stampa, per esempio). L’andamento delle criptovalute è nettamente legato alle decisioni arbitrarie degli individui, quindi a null’altro che alla legge della domanda/offerta. Si tratta dello strumento speculativo per eccellenza, può avere un valore altissimo o prossimo allo zero semplicemente sulla base della volontà delle persone che vogliono investire, e quindi le criptovalute sono per definizione degli strumenti molto instabili. Non essendo poi monete, ma criptovalute, le criptovalute sono dei ‘rifugi’ virtuali per le persone che vogliono investire. La valuta non è ancora al 100% matura (ad esempio non è possibile comprare o acquistare beni di uso quotidiano per mezzo delle criptovalute) quindi si può dire che le criptovalute hanno un valore intrinseco, come l’oro. Perché anche le criptovalute raggiungano una certa stabilità sarebbe necessario un loro utilizzo quotidiano come mezzo di scambio, come per le monete, cosa che ancora non avviene. Mancando il valore nominale delle criptovalute, di conseguenza, il loro valore continua a mutare sempre spinto dalle leggi della domanda e dell’offerta e di conseguenza non possono attestarsi ad un valore stabile e continuativo nel tempo. Torniamo a ripetere che questo può essere un punto di vantaggio per chi cerca uno strumento altamente speculativo, ma non per chi cerca uno strumento di investimento che dia un ragionevole grado di sicurezza.

Un altro fattore che spinge verso l’instabilità delle criptovalute consiste nel fatto che il mercato non è assolutamente regolato, è privo di meccanismi che controllano le oscillazioni e questo spinge le criptovalute a oscillare molto di più rispetto ad altri strumenti di investimento. Mercato ancora piccolo, non regolamentato se non da domanda ed offerta sono i motivi che comportano quindi questa instabilità.