Enzo Lavolta coordinatore per il Piemonte dell’area Orlando aveva già prenotato la sala in via Masserano, sede torinese del Partito Democratico per condividere con i delegati piemontesi dell’assemblea nazionale Dem per parlare dei contenuti da portare all’attenzione dell’assemblea nazionale rinviata e che probabilmente verrà convocata il 5 maggio.

Però l’incontro non sarà solo tra orlandiani, come doveva essere originariamente, ma sarà un appuntamento di confronto per tutte le anime del partito, come spiega lo stesso Lavolta: «L’iniziativa di sabato, in cui è stato invitato anche il segretario metropolitano Mimmo Carretta, ha raccolto l’interesse dei delegati di altre aree del partito a tal punto da far venir meno la caratterizzazione orlandiana ed è quindi aperta a tutti coloro che hanno, in questa difficile fase del nostro partito, voglia di contribuire ad una discussione che dal Piemonte possa incidere positivamente sul nazionale».

«Questo è un bene ed è giusto in una fase particolare come questa fare un passo indietro e promuovere iniziative più ampie e collegiali possibili. Scevre da condizionamenti di parte», conclude Enzo Lavolta.