È prevista per domenica 30 giugno alle ore 18 una manifestazione, frettolosamente organizzata dopo che ieri sono state assegnate le Olimpiadi invernali a Milano e Cortina, contro la sindaca di Torino Chiara Appendino. A chiamare alla mobilitazione sono gli organizzatori della pagina Facebook “Torino dice Basta” nata sull’onda del successo di un’altra pagina “Si Torino va avanti”, quella gestita dalle ormai celebri madamine. Ma anche stavolta non si tratta di una protesta spontanea di cittadini che usano i social come tam tam. Infatti amministratrice della pagina non è una cittadina qualunque, ma addirittura la social media manager torinese del segretario nazionale del Partito Democratico Nicola Zingaretti, Flaviana Basta.


Un tempo legata politicamente a Roberto Rosso e al centrodestra, da alcuni anni, sotto la guida del consigliere comunale Enzo Lavolta e di Giusi La Ganga, passata al Pd di cui attualmente è diventata punto di riferimento e di spicco a livello torinese e piemontese.

E temuta, visto che in breve tempo è riuscita a conquistare le alte sfere del partito sul territorio e a livello italiano, come testimoniano i vari selfie che pubblica l’astro nascente della politica dem.
Anche se il Partito Democratico non ha ancora ufficialmente aderito alla manifestazione di domenica è chiaro il mandante.

 

 

AGGIORNAMENTO DELLE 17

È stata rinviata la manifestazione contro la sindaca Chiara Appendino che doveva svolgersi domenica 30 giugno alle 18.

Ad annunciarlo tramite social è una delle amministratrici della pagina facebook “Torino dice Basta” che aveva indetto la manifestazione, l’esponente del Partito Democratico Flaviana Basta, all’indomani dell’assegnazione delle Olimpiadi Invernali 2026 a Milano-Cortina.

Il motivo ufficiale viene spiegato in un post: «Poiché il gruppo “Sì, Torino va avanti” (la pagina social delle madamine, ndr) ha organizzato un flash mob per domani sera (mercoledì 26 giugno), si annulla la manifestazione prevista per domenica alle ore 18. Volevo – scrive ancora la Basta – altresì precisare che sarebbe stata una manifestazione civica».

Dunque l’unica iniziativa contro l’Appendino nei prossimi giorni a Torino sarà il flash mob di domani alle 20 davanti a Palazzo di Città.

Intanto, a quanto pare, Flaviana Basta non risulterebbe la social media manager ne “di” e ne “per” il segretario nazionale del Partito Democratico Nicola Zingaretti, ruolo da lei rivendicato, come mostrano le foto del suo profilo facebook.

Ruolo che, dopo il nostro articolo, non appare più nel suo profilo.

Infatti la Basta, come tanti, avrebbe partecipato alla piattaforma “Piazza Grande”, ma non sarebbe mai stata la social media del segretario nazionale ma: “Social Media Manager del Gruppo Piazza Grande Piemonte di Nicola Zingaretti PD”.

(Foto tratte dal profilo Facebook)