Il capo ufficio stampa della sindaca Chiara Appendino ha restituito i 5mila euro ricevuti per la consulenza effettuata per la Fondazione per il Libro. Ad annunciarlo è lo stesso Luca Pasquaretta in una nota diffusa dopo le polemiche dei giorni scorsi.
Solo ieri infatti la sindaca aveva difeso l’operato del suo stretto collaboratore precisando come la procedure che ha permesso a Pasquaretta di lavorare per la Fondazione pur con un contratto di dipendente di Ente pubblico fosse regolare. Eppure, come spiega lui stesso, «in data odierna ho maturato la decisione di effettuare un bonifico al liquidatore della Fondazione pari all’importo del lavoro prestato per la scorsa edizione. Non ho mai ritenuto che tale collaborazione potesse scatenare tanto clamore e non era assolutamente mia intenzione creare alcun problema alla sindaca e all’amministrazione».