di A.D.

Retromarcia via social dell’assessore all’ambiente Alberto Unia. Dopo la polemica scoppiata a seguito di un’intervista rilasciata al principale quotidiano di Torino, in cui sosteneva che erano state le circoscrizioni a scegliere di «utilizzare gli oneri di urbanizzazione per pagare le ditte appaltatrici» e questo aveva «causato un ulteriore ritardo nei tempi del taglio dell’erba», Unia con un post mette in ordine le cose.
«Preciso che l’ utilizzo degli oneri di urbanizzazione per pagare gli sfalci è stata una scelta dell’Amministrazione – scrive Unia – Tale decisione è stata più volte spiegata e chiarita dall’ Amministrazione stessa e dal Gruppo Consiliare m5s, scelta difficile causata dal bilancio disastroso di cui abbiamo avuto eredità e di cui si è gia ampiamente discusso nei mesi scorsi».
«La necessità di garantire il servizio del taglio dell’ erba ha portato a tale decisione ed implicato i ritardi riscontrati», conclude Unia.

 

LEGGI ANCHE: ASSESSORE UNIA: “LE CIRCOSCRIZIONI HANNO SCELTO DI UTILIZZARE GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE PER IL TAGLIO DELL’ERBA”. CARRETTA (PD): “E’ UNA BUGIA”. I PRESIDENTI: “SUL BILANCIO DECIDE LA GIUNTA”