I dossier delle tre candidate italiane, Torino, Milano e Cortina, finiscono sul tavolo di una commissione voluta dal Coni.

Sarà questo organo a valutare quale città potrà rappresentare l’Italia per l’assegnazione delle Olimpiadi Invernali 2026.

Lo ha deciso la Giunta Coni: ad essa la commissione dovrà poi presentare una relazione.

La Giunta ha proposto al Consiglio Nazionale, la delibera per inviare al Cio una candidatura italiana per i Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali.

Nel corso della riunione di questa mattina al Coni, il presidente Giovanni Malagò ha relazionato la Giunta sull’incontro avuto col sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Giancarlo Giorgetti, sia per i Giochi Invernali 2026 che per le Universiadi di Napoli.

«Dopo ampio e approfondito dibattito – dicono dal Coni – avendo ricevuto dal Governo il pieno sostegno” (rafforzato da una lettera recapitata stamane a Palazzo H) ad una candidatura italiana “ed esprimendo di conseguenza la grande soddisfazione, la Giunta ha deciso di proporre al Consiglio Nazionale, che andrà in scena nel pomeriggio, la delibera di inviare al Cio una candidatura italiana per i Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali 2026».

Dunque il nome della candidata italiana sarà deciso nella prossima riunione del Consiglio nazionale del Coni. Due le date del prossimo Consiglio nazionale, ancora da fissare: 1 agosto o oppure il 10 settembre, che è però “termine ultimo”, prima della sessione del Comitato olimpico internazionale che si terrà a Buenos Aires l’8 e il 9 ottobre prossimi