Già la prossima estate l’ingresso delle auto nel centro di Torino potrebbe cambiare radicalmente. Infatti, il piano della Ztl prolungata voluto dalla giunta potrebbe entrare in vigore già tra circa sei mesi, in concomitanza con l’arrivo della nuova flotta Gtt.

Lo ha annunciato l’assessora ai Trasporti Maria Lapietra spiegando come«Il nuovo modello di Ztl, che punta ad avere un centro aperto legando l’ingresso alla sosta, sarà operativo quando il trasporto pubblico sarà potenziato con l’arrivo dei nuovi bus che auspichiamo di avere per la prossima estate».

Lapietra questa mattina ha incontrato i firmatari di una petizione contro l’estensione della zona a traffico limitato. L’assessora ha garantito che «il dialogo costruttivo proseguirà non solo con nuovi tavoli tecnici che si confronteranno sui dati raccolti, ma anche con un nuovo canale di comunicazione ufficiale della Città su questo tema: una pagina Facebook in cui spiegare i passi che stiamo facendo e interloquire con i cittadini».

Presente all’incontro anche l’assessore all’Ambiente Alberto Unia che ha spiegato come «è fondamentale che ci siano i presupposti per un cambio della Ztl, che è necessario, a cominciare dal piano Tpl, ed è quello a cui stiamo lavorando».

Come già detto l’amministrazione ha come obbiettivo quello di una Ztl con orario esteso e con un ticket di entrata in cui sono comprese le prime ore di sosta. Ma per i firmatari della petizione «Così come presentato il progetto non è la soluzione per un centro vivo: è un progetto ancora fumoso. Comunque non vogliamo la guerra, ma un confronto costruttivo»