di Giulia Zanotti

Vuole leggersi bene le carte e riflettere attentamente sulla posizione di ognuno dei sette attivisti NoTav arrestati sabato notte durante un blitz al cantiere di Chiomonte. Per questo il gip di Torino Ambra Cerabona non si è ancora pronunciata riguardo la convalida dell’arresto la cui udienza era stata fissata per oggi.
Il giudice si è riservata la decisione riguardo i militanti accusati dai pm Marco Gianoglio e Antonio Rinaudo di resistenza, violenza e lancio di esplosivi e dovrebbe pronunciarsi solo domani. Insomma, 24 ore di tempo in più per rileggersi bene le carte della procura e della polizia e decidere se i Notav debbano restare in carcere oppure no.