La procura di Torino ha chiesto il rinvio a giudizio di Roberto Rosso, l’ex assessore regionale del Piemonte arrestato a dicembre per voto di scambio politico-mafioso, e ha chiesto al tribunale di unire il procedimento a quello, approdato oggi alla fase dell’udienza preliminare, originato dall’operazione Carminius sulla presenza della ‘ndrangheta nella zona di Carmagnola. L’inchiesta Carminius annovera 41 indagati. I pm Paolo Toso e Monica Abbatecola hanno fatto presente oggi al Gup che l’inchiesta Carminius e quella che vede coinvolto l’ex assessore regionale sono due procedimenti collegati.