Domenica 14 aprile si inaugura al Mufant – Museolab del Fantastico e della Fantascienza di via Reiss Romoli 49 bis la mostra diffusa Fabbricanti di Universi, ospitata in varie sedi cittadine. Una buona occasione per visitare questo museo ospitato in una sede periferica, molto decentrato rispetto alla maggioranza delle attrazioni turistiche della città, concentrate in centro o negli immediati dintorni.

Il museo, dedicato appunto alle tematiche della fantascienza e del fantastico, esplora questi argomenti affascinanti da ogni punto di vista: letteratura, cinema, fumetto, collezionismo, modellismo, televisione e illustrazione. È nato nel 2009 per iniziativa di Silvia Casolari e Davide Monopoli, che con competenza e passione hanno poi coinvolto molte altre persone, arrivando a costruire una collezione di tutto rispetto, con oggettistica e memorabilia di film, cartoni animati e serie televisive entrate nell’immaginario di tutti noi.

Ma questo Museo è soprattutto una scommessa riuscita, quella di portare cultura e arte in periferia, in un’ottica di riqualificazione e recupero. Ospitato in un grande plesso solare dismesso e affiliato al circuito dell’Abbonamento Musei, è riuscito negli anni a coinvolgere un pubblico di appassionati sempre più vasto, grazie a innumerevoli iniziative e progetti, evitando in questo modo il degrado dell’ennesimo edificio pubblico destinato all’abbandono. Unico rammarico, il fatto che i visitatori arrivino più dal resto della città che non dal quartiere dove è inserito. Ma ora c’è in progetto la riqualificazione degli spazi esterni, con la posa di installazioni di grandi dimensioni, cosa che dovrebbe aumentare la visibilità e l’attrattività della struttura.

Quello che già ora c’è ed è percepibile è la passione di chi opera nel museo con competenza e gran voglia di fare, col duplice scopo di arricchire e valorizzare sia la collezione museale che il quartiere che li ospita.

E proprio per coinvolgere maggiormente la cittadinanza, domenica 14 aprile l’inaugurazione della mostra avverrà in modo originale e spettacolare, seguendo un lungo percorso con partenza da corso Principe Oddone angolo via Savigliano e proseguimento verso via Cigna e Parco Peccei, fino a giungere al Mufant. Lungo l’itinerario, varie tappe dove attraverso una app scaricata sui telefonini si potranno vivere esperienze di “realtà aumentata”, con luoghi del fantastico sovrapposti al territorio urbano. Così la fermata autobus Dora Napoli si trasformerà nella Iron Valley, la sede della cooperativa Altra Mente nella Valle della Luna e via dicendo.

Quanto alla mostra, va ricordato che è resa possibile anche grazie ai fondi messi a disposizione dal progetto AxTO per la riqualificazione delle periferie ed è organizzata dal Mufant in collaborazione con altri soggetti, tra cui ricordiamo “Luoghi comuni”, cooperativa sociale P.G. Frassati e la locale ASL, il tutto con il patrocinio della Città di Torino.

La mostra temporanea Fabbricanti di Universi affianca artisti emergenti ad altri già affermati e può vantare la presenza di alcune opere realizzate per l’occasione. Si sviluppa in varie sedi e con tempistiche differenziate, in particolare:

dal 5 al 23/4  InGenio Arte Contemporanea, corso San Maurizio 14/e

dal 5 al 23/4  Porta Palazzo Mercato Coperto 5 stand 41/42

dal 5 al 23/4  Housing Luoghi Comuni, via Clemente Priocca 3

dal 14/4 al 14/6 Mufant via Reiss Romoli 49 bis

per saperne di più www.mufant.it