Sabato 26 e domenica 27 ottobre 2019, a Moncalieri, presso il Giardino delle Rose del Castello Reale, torna “Fiorile, orti & fiori in mostra”. Due giorni di kermesse dedicati al verde e a tutte le sue declinazioni in termini di bellezza, storia e sostenibilità.

La rassegna, già apprezzatissima nelle sue precedenti edizioni, è un progetto dell’Assessorato alla Cultura della Città di Moncalieri, e vede tra i suoi promotori la Compagnia di San Paolo.

La mostra mercato vedrà presenti espositori selezionati da un’accurata ricerca tra vivaisti, produttori agricoli e artigiani che saranno i protagonisti di questa edizione con eccellenze stagionali del territorio piemontese e nazionale perché l’autunno offre una ricca e variegata proposta di piante e prodotti alimentari che per varietà e qualità compete in tutto e per tutto con la primavera.

Tra gli eventi in programma, il premio Omaggio al crisantemo, il fiore d’oro, pianta di bellezza secolare di cui scoprire i diversi significati e le molteplici varietà che verranno messa in mostra e in posa con la performance del pittore torinese Paolo Galetto, che renderà onore al più bel crisantemo di Moncalieri, l’artista proseguirà con un workshop di acquerello in giardino.

Oltre alla mostra mercato i partecipanti potranno partecipare ad incontri, approfondimenti, conversazioni, workshop per adulti e bambini, condotti da esperti del settore. Posto di rilievo avranno i libri e il tema della lettura. In collaborazione con la Biblioteca Arduino sono previste varie attività, l’editore Enrica Melossi incontrerà scrittori e scrittrici per scoprire il loro rapporto con la natura, il territorio e le stagioni. Il poeta Tiziano Fratus parlerà del suo “Interrestràre” e del meditare.

Come spiega l’Assessore alla Cultura e al Turismo Laura Pompeo: «Il Giardino delle Rose accoglie nel corso dell’anno numerosi appuntamenti che, insieme alle tante iniziative dedicate a arte e storia, tradizioni e natura, valori paesaggistici e panoramici offrono occasioni per vivere la città, scoprirne il genius loci, l’anima ricca di storia e di storie, mettendo anche in luce l’antica vocazione per l’orto-florovivaismo». conclude Pompeo «Ma soprattutto si sta lavorando a creare un importante sistema trasformativo del territorio costituito da Castello, Giardino e Parco storico, che la Città ha recentemente acquisito».