Niente complimenti all’Appendino da parte dei Moderati. Il deputato Giacomo Portas e il capogruppo in Sala Rossa Silvio Magliano non sono d’accordo con chi si congratula con la sindaca di Torino per essersi messa a disposizione del governo per un’eventuale candidatura unitaria con Milano e Cortina per le Olimpiadi Invernali del 2026.

«Altro che congratulazioni – dicono Portas e Magliano – la delibera era inadeguata: solo per l’incapacità dell’amministrazione Appendino Torino non è riuscita a emergere come candidatura singola. Ci dobbiamo accontentare di una soluzione di ripiego, cioè della prospettiva di condividere l’organizzazione dei Giochi Invernali 2026 con altre due città».

I Moderati parlano chiaramente di “disastro olimpico” «Tutto l’iter relativo alla candidatura è stato gestito in maniera pessima, con attenzione rivolta non al bene di Torino ma agli equilibri interni, tutti politici, del Movimento Cinque Stelle».

«Non facciamo nostro il noto modo di dire secondo il quale “piuttosto che niente è meglio piuttosto”. Torino avrebbe potuto correre da sola: invece ci dobbiamo per l’ennesima volta accontentare di un obiettivo al ribasso. Facile prevedere a questo punto che, vista l’inadeguatezza di Appendino, la Milano di Sala la farà da padrona», concludono Giacomo Portas e Silvio Magliano.