Da Orbassano a San Mauro torinese. E’ questo il percorso della Metro 2, finalmente definito dopo mesi di studi sui flussi di spostamento. Un tracciato di 26 chilometri e 33 fermate che si snoderà tra le stazioni Anselmetti e Rebaudengo.

Gli esperti di Systra, vincitrice della gara di appalto, hanno infatti lavorato su sette ipotesi, trovando nel percorso descritto la migliore soluzione per quanto riguarda il rapporto costi-benefici e sostenibilità ambientale e finanziaria.

«La sostenibilità dell’infrastruttura è stato un principio ineludibile nelle attività di progettazione della nuova linea della metropolitana –ha precisato l’assessora alla Mobilità, Maria Lapietra – . Allo stesso tempo, come abbiamo sempre detto, è necessario rendere il trasporto pubblico davvero appetibile e veramente alternativo all’uso dell’auto privata per gli spostamenti: la metropolitana consente di collegare più velocemente e comodamente Torino con il proprio hinterland: per questo abbiamo insistito per poter inserire nell’ analisi, e poi nel progetto preliminare, anche i prolungamenti verso Orbassano e San Mauro».

Le stime infatti prevedono circa 300 mila spostamenti quotidiani sull’asse della nuova linea, di cui 170 mila ora sono affidati totalmente alle auto private. «Per la prima volta in Italia –prosegue l’assessora Lapietra – nella progettazione di una linea di metropolitana sono stati usati i dati reali degli spostamenti dei cittadini raccolti attraverso le celle telefoniche.Nella definizione del percorso si è poi tenuto  conto anche e soprattutto delle  complicanze tecnico – costruttive e tecnico realizzative».

Nello specifico del tracciato definito la linea 2 fermerà in piazza Santa Rita, toccherà lo stabilimento Fca di Mirafiori, il Politecnico e si incrocerà con la linea 1 a Porta Nuova. Due fermate in centro storico saranno in piazza Carlo Alberto e ai Giardini Reali. Prosegue poi verso il Campus Einaudi, via Bologna, l’ospedale San Giovanni Bosco e poi dal bivio Cimarosa Tabacchi partirà la deviazione verso l’area industriale di Pescarito e San Mauro.

Previsti anche interscambi con il Servizio Ferroviario Metropolitano a Zappata, Porta Nuova e Rebaudengo, mentre i parcheggi di interscambio saranno presso le stazioni di Orbassano, Anselmetti, San Mauro Aosta, San Mauro Piemonte/Pescarito e Rebaudengo.

Ma definito il percorso ci sarà ancora da attendere; entro il 12 dicembre verrà consegnato il progetto definitivo e poi il Comune chiederà al Ministero dei trasporti di finanziare completamente il progetto, i cui costi sono raddoppiati rispetto al previsto e arriva a tre miliardi. L’obbiettivo entro il 2021 di mettere a bando l’opera.