Attraversi la sua newsletter “Enews”, Matteo Renzi chiede scusa dell’assenza di ieri a Torino, dove era previsto la presentazione del suo libro al Circolo dei Lettori. Un appuntamento saltato dopo che il padre e la madre sono stati arrestati e messi ai domiciliari, accusati di bancarotta fraudolenta e falsa fatturazione.

«Ieri sera mentre firmavo copie a Nichelino, in un centro anziani della periferia di Torino (perché questo tour serve anche per ritornare in mezzo alla gente di tutti i giorni), la notizia più assurda che potessi ricevere, una notizia che gela il sangue: i miei genitori ai domiciliari».

«Mi scuso con gli amici di Torino che mi hanno aspettato ieri. Ho dovuto per ovvi motivi interrompere il tour di presentazione. Ripartiremo allora proprio da Torino: appuntamento per venerdì 22 febbraio alle 18. Ho chiesto di prenotare una sala grande il doppio di quella che avevamo fissato ieri. Perché deve essere chiaro anche plasticamente che io non mollo. Che noi non molliamo».