Mettila come vuoi. Che a Damiano Carretto e Daniela Albano non gli andasse giù l’alleanza di governo con la Lega non è una novità. Ora però il tifo contro è diventato oltre che pubblico anche viscerale. Forse per strappare applausi a ben altri alleati che non sono certo quelli del Carroccio scelti da Luigi di Maio i due consiglieri comunali di Torino non sono nuovi a frecciatine contro il governo romano. Stavolta a catenare il malumore è la vicenda che coinvolge il ministro dell’Interno Matteo Salvini con la richiesta a procedere da parte dei magistrati sul caso Diciotti.

«Non mandare a processo Salvini sul caso Diciotti sarebbe una cazzata colossale. Piuttosto cada il Governo o vadano a processo tutti i Ministri. Se poi Salvini, come ha dichiarato molto convintamente, ha agito nell’interesse pubblico, verrà assolto. Di Maio decida se è più importante il Movimento 5 Stelle (e la coerenza) o la Lega (che sta facendo quello che vuole)» scrive in un post su Facebook Carretto.

Sotto, tra i commenti, la speranza della sua collega Albano: «Ma magari cadesse il governo! E fatelo cadere ‘sto governo inutile». Insomma, come visto altre volte i due consiglieri comunali a un Movimento 5 stelle di governo preferiscono quello di lotta.