Il Movimento Cinque Stelle di Torino ha sottoscritto il documento politico del Coordinamento Torino Pride, come spiega la capogruppo pentastellata in consiglio comunale Valentina Sganga:

«Abbiamo deciso di sottoscrivere il documento politico del Torino Pride perché il tema dei diritti Lgbtqi è parte di ciò che siamo come Movimento 5 Stelle e a Torino lo stiamo dimostrando fin dall’elezione di Chiara Appendino a Sindaca.

La lotta per i diritti si fa prima di tutto con le azioni e quelle della nostra amministrazione e di questa maggioranza sono coerenti con quello che chiedono le associazioni Lgbtqi. Ne sono esempi il riconoscimento dei figli delle coppie omogenitoriali, la ferma presa di posizione contro il Congresso delle Famiglie di Verona e le forti perplessità sollevate sul Dl Sicurezza.
Come ogni anno saremo in piazza e lo saremo come politici che si battono perché questo Paese non torni indietro, questo al di là di schemi partitici e di opportunismi di governo che hanno frenato l’affermazione dei diritti.
Per questo, e soprattutto per tutte le famiglie che ancora non vedono riconosciuti i loro diritti, continueremo a sostenere tali posizioni nelle piazze, nelle aule e in tutti i luoghi ove potremo farlo», conclude Sganga.