È sempre più movimentata la vita degli staffisti della sindaca e assessori a Torino. Tra contatti che vengo risolti e ritorni di fiamma sicuramente su questo argomento c’è poco d’annoiarsi.

E così arrivano nuove news dalla delibera di giunta che ha per oggetto “Attività di collaborazione al sindaco alla giunta o agli assessori. Ridefinizione uffici di staff sindaca e assessori Finardi, Leon e Rolando”, arrivata oggi.

Ecco le novità: l’assessora Francesca Leon ha chiesto la revoca, a decorrere dal primo ottobre 2017, del proprio “collaboratore interno con funzioni di raccordo politico-amministrativo” Franco Bergoglio. L’incarico passa a Giovanni Limone, già assistente-coordinatore della segretaria di Chiara Appendino. Per il posto di Limone la sindaca (o chi per essa) ha scelto il responsabile amministrativo Diego Boggio.

Anche l’assessore Sergio Rolando chiede la revoca dell’incarico del collaboratore Raffaele Vigliotti e individua in Patrizia Lo Torto la sostituta. Il 20 settembre scorso Marco Ivaldi, che era nello staff dell’assessore Roberto Finardi, con orario part-time, ha terminato, con risoluzione consensuale il suo rapporto di lavoro. Al suo posto un ritorno: Carlo Lomonte.

Carlo Lomonte, nato il 24 maggio del 1974, ha un curriculum di tutto rispetto. Molta esperienza per quanto riguarda gli staff. Infatti a Palazzo di Città era con il Partito Democratico, alla corte dell’ex assessore Altamura, insieme a Paolo Giordana (staffista prima di Paolo Peveraro e poi, appunto di Alessandro Altamura). Poi quando lavorava in Regione ha collaborato con Elena Maccanti della Lega Nord. Ora ritorna al Comune di Torino con la maggioranza pentastellata.

Invece viene assegnato, dopo essere stato per il 50% a disponibilità dell’assessore Finardi, all’ufficio dello staff di Appendino Giovanni Caponnetto, ex presidente Arci-Gay, ex coordinatore del coordinamento Torino Pride ed ex candidato alla Camera dei Deputati per Sel, per Piemonte 1.